Chef palermitano vince Campionato italiano di cous cous

E’ Santo Petrocciani  di Palermo lo chef vincitore del Campionato italiano di cous cous Conad, la competizione che ha visto sfidarsi sei chef italiani nell’ambito della 24^ edizione del Cous Cous Fest, il festival internazionale dell’integrazione culturale in corso a San Vito lo Capo fino a domenica 26 settembre. Dieci giorni di appuntamenti sul palco tra sfide di cucina, cooking show e degustazioni per il festival prodotto dall’agenzia Feedback in collaborazione con il Comune di San Vito Lo Capo e supportato da Bia Spa, Conad, UniCredit e Icare.

Santo Petrocciani, classe 93, ha conquistato la giuria tecnica, presieduta da Enzo Vizzari, critico enogastronomico, e composta da Sonia Peronaci, fondatrice di Giallo Zafferano e da Stefano De Gregorio, resident chef del Saporie Lab a Milano, con una ricetta di cous cous dolce, il Tirami CousCous. Lo chef, che ha lavorato in diversi ristoranti tra Palermo e Roma ed ora insegna in una scuola di formazione sulla ristorazione a Palermo, è stato premiato sul palco da Francesco Cicognola, direttore generale Pac2000 A Conad, main sponsor del festival. La sua ricetta, una semola di cous cous croccante aromatizzato al caffè e zenzero, con crema al mascarpone, crumble al cacao, arancia candita e pistacchi di Sicilia, ha conquistato anche uno dei premi speciali assegnati dalla giuria tecnica, offerto da Bia CousCous.

Ad essere premiata sul palco anche la palermitana Liliana Billitteri,  che lavora a Milano nella consulenza strategica per ristoranti e realtà operanti nel settore food.  La sua ricetta, dal titolo Cùscusu sapurìtu, ha vinto il premio speciale per la sostenibilità offerto da UniCredit e consegnato da Roberto Cassata,  Responsabile rapporti con il territorio Sicilia di UniCredit. Con la vittoria conquistata al Campionato italiano Conad, Santo Petrocciani  entra di diritto nella squadra italiana che parteciperà al Campionato del mondo di cous cous, al via da giovedì, con chef partecipanti da 8 Paesi: Afghanistan, Argentina, Italia, Marocco, Mauritius, Romania, Senegal e Spagna.

Oggi la proclamazione del Campione italiano Conad di cous cous

Con le sfide del Campionato italiano Conad ha preso il via a San Vito Lo Capo la 24^ edizione del Cous Cous Fest, il festival internazionale dell’integrazione culturale. Fino al 26 settembre la cittadina torna ad ospitare il festival, prodotto dall’agenzia Feedback in collaborazione con il Comune di San Vito Lo Capo e supportato da Bia Spa, Conad, UniCredit e Icare. Dopo lo stop dello scorso anno, a causa dell’emergenza sanitaria, l’evento torna all’insegna dello slogan “Together again” (Di nuovo insieme) ma rimodulato nel suo format, nel rispetto della normativa anti-Covid. Il menu è sempre ricco: dieci giorni di appuntamenti sul palco tra sfide di cucina, cooking show e degustazioni in una nuova location, il Giardino del Santuario cui si accede esibendo il Green pass. Niente concerti per evitare assembramenti ma anche alcune novità, come il RistoFest: la possibilità di degustare il cous cous comodamente seduti al ristorante.

Oggi si proclama lo chef vincitore del Campionato italiano Conad. La prima manche, disputata ieri, ha visto imporsi Santo Petrocciani di Palermo, con la sua ricetta dolce Tirami CousCous. Ex aequo invece per Alessandro Cretella di Roma e Calogero Paternostro di Corleone (Palermo). Gli chef cucinano live sul palco allestito al Giardino del Santuario in una sfida a tempo giudicati da una giuria presieduta da Enzo Vizzari, critico enogastronomico, e composta da Sonia Peronaci, fondatrice di Giallo Zafferano e da Stefano De Gregorio, resident chef del Saporie Lab a Milano. A condurre la gara Andy Luotto e Sarah Castellana.

Il cous cous, in tutte le sue varianti, da quella tradizionale alle ricette internazionali, si può degustare alla Casa del cous cous sulla spiaggia, in modalità take away (asporto) e alla Casa del cous cous del Giardino del Santuario con posti a sedere. Per quest’ultima l’accesso avviene attraverso green pass. I punti di degustazione sono aperti tutti i giorni dalle ore 12 alle ore 24. Il ticket ha un costo di 10€ e comprende una porzione di cous cous a scelta tra le varianti proposte, acqua o un bicchiere di vino e un caffè omaggio. Sul palco saliranno anche grandi chef come Filippo La Mantia ed Andy Luotto che presenteranno le loro creazioni, naturalmente a base di cous cous. E ancora, spazio alla tradizione, con le ricette proposte dagli chef sanvitesi, tramandate di generazione in generazione, alle produzioni siciliane d’eccellenza, come il tonno rosso di Sicilia e ad alcune delle migliori etichette dell’isola con il wine tasting di Tenute Orestiadi. Parte giovedì 23 settembre il Campionato del mondo di cous cous, al quale parteciperanno chef provenienti da 8 Paesi.

Prende il via la 24^ edizione del Cous Cous Fest

Prende il via domani, venerdì 17 settembre, a San Vito Lo Capo la 24^ edizione del Cous Cous Fest, il festival internazionale dell’integrazione culturale. Fino al 26 settembre la cittadina torna ad ospitare il festival, prodotto dall’agenzia Feedback in collaborazione con il Comune di San Vito Lo Capo e supportato da Bia Spa, Conad, UniCredit e Icare. Dopo lo stop dello scorso anno, a causa dell’emergenza sanitaria, l’evento torna all’insegna dello slogan “Together again” (Di nuovo insieme) ma rimodulato nel suo format, nel rispetto della normativa anti-Covid. Il menu è sempre ricco: dieci giorni di appuntamenti sul palco tra sfide di cucina, cooking show e degustazioni in una nuova location, il Giardino del Santuario cui si accede esibendo il Green pass. Niente concerti per evitare assembramenti ma anche alcune novità, come il RistoFest: la possibilità di degustare il cous cous comodamente seduti al ristorante. “Sarà un’edizione speciale – spiega il sindaco di San Vito Lo Capo, Giuseppe Peraino – perché, oltre ad essere l’edizione della ripartenza, torneremo a vivere l’evento nella location dove è nato, il Giardino del Santuario di San Vito martire, un posto di grande suggestione e bellezza dove si svolgeranno le degustazioni, i Campionati di cous cous e i cooking show. Torneremo dal vivo con grande emozione a celebrare il piatto della pace, riconosciuto patrimonio culturale immateriale dall’Unesco, e ad accogliere chef provenienti da tutto il mondo nel segno dell’accoglienza e dell’integrazione culturale”.

Si comincia venerdì 17 settembre alle ore 18 e alle ore 22 con il Campionato italiano Conad: sei chef, selezionati tra candidature ricevute da tutta Italia, si sfidano per vincere il titolo di campione nazionale ed entrare di diritto nella squadra italiana partecipante al Campionato del mondo di cous cous, al via da giovedì 23 settembre, con chef partecipanti da 8 Paesi.

Liliana Billitteri da Milano ma palermitana d’origine, Calogero Paternostro e Santo Petrocciani di Palermo, Alessandro Cretella di Roma, Dino Perrone di Trani (Barletta) e Antonio Bellanca di Grotte (Ag) si affronteranno venerdì 17 e sabato 18 settembre in tre eliminatorie. Gli chef cucineranno live sul palco in una sfida a tempo giudicati da una giuria presieduta da Enzo Vizzari, critico enogastronomico, e composta da Sonia Peronaci, fondatrice di Giallo Zafferano e da Stefano De Gregorio, resident chef del Saporie Lab a Milano.

Il Campionato è sostenuto da Conad, main sponsor dell’evento per il decimo anno consecutivo. “In questa edizione, con una formula ripensata dall’organizzazione che mette in primo piano il rispetto della sicurezza, –spiega Vittorio Troìa, direttore divisione Sicilia Pac2000A Conad – rinnoveremo il nostro sostegno al territorio e in particolare all’economia locale, promuovendo nello stesso tempo la multiculturalità, lo spirito di integrazione e la valorizzazione delle più tipiche espressioni culturali locali. Valori promossi dal festival internazionale e condivisi da Conad nel suo percorso quotidiano”.

Il cous cous, in tutte le sue varianti, da quella tradizionale alle ricette internazionali, si potrà degustare alla Casa del cous cous sulla spiaggia, in modalità take away (asporto) e alla Casa del cous cous del Giardino del Santuario con posti a sedere. Per quest’ultima l’accesso avviene attraverso green pass. I punti di degustazione sono aperti tutti i giorni dalle ore 12 alle ore 24. Il ticket ha un costo di 10€ e comprende una porzione di cous cous a scelta tra le varianti proposte, acqua o un bicchiere di vino e un caffè omaggio. Sul palco salgono anche grandi chef come Filippo La Mantia ed Andy Luotto che presenteranno le loro creazioni, naturalmente a base di cous cous. E ancora, spazio alla tradizione, con le ricette proposte dagli chef sanvitesi, tramandate di generazione in generazione, alle produzioni siciliane d’eccellenza, come il tonno rosso di Sicilia e ad alcune delle migliori etichette dell’isola con il wine tasting di Tenute Orestiadi. 

Novità di quest’anno è l’iniziativa del Ristofest e la Cous scuola: una selezione dei migliori ristoranti di San Vito, di Macari e Castelluzzo, propone, a pranzo e cena, dei menu speciali a base di cous cous, acquistabili sul sito www.couscousfest.it o presso le biglietterie a San Vito Lo Capo. A tutti coloro che acquisteranno un menu a pranzo nei ristoranti convenzionati si darà la possibilità di assistere ad una Cous scuola, una lezione sull’incocciata del cous cous.

Tutti i giorni Radio live con RMC 101 e la possibilità di visitare la mostra fotografica San Vito Sauvage, a cura di Francesco Ferla, sulle bellezze naturalistiche selvagge del territorio. Tra le nuove partnership quella con Redbull Italia che promuoverà le Organics by Redbull, bevande biologiche presentate in varianti di gusto che saranno distribuite durante l’evento. Il festival sarà seguito inoltre ogni giorno da Telesud e Radio 102, media partner dell’evento, che proporranno servizi e interviste quotidiane. A condurre gli appuntamenti Andy Luotto, Sarah Castellana, Marzia Roncacci e Federico Quaranta.

Selezionati gli chef per il Campionato del mondo di cous cous

Sono 8 i Paesi che parteciperanno al Bia Cous Cous World Championship, il Campionato del mondo di cous cous che si svolgerà dal 24 al 26 settembre a San Vito Lo Capo in occasione della prossima edizione del Cous Cous Fest. La giuria tecnica composta dalla giornalista Eleonora Baldwin e dagli chef Andy Luotto e Mareme Cisse e il popolo web hanno selezionato i 7 chef che, insieme all’Italia, parteciperanno alla sfida per vincere il titolo di Campione del mondo di cous cous. Per l’Afghanistan gareggerà lo chef Shapoor Safari, l’Argentina schiera in campo la chef Lola Macaroff, il Marocco lo chef Badr Benjelloun; ci sarà lo chef stellato Vinod Sookar a gareggiare per Mauritius; per la Romania in gara la chef Claudia Catana; il Senegal compete con lo chef Bamba Barry e infine la Spagna con lo chef Carlos Peña. Le gare si svolgeranno all’interno del Giardino del Santuario, la nuova location del Cous Cous Fest. Gli chef in gara cucineranno per la prima volta interamente sul palco del Bia Cous Cous Theatre e dal vivo, in una sfida a tempo in 45 minuti, sottoponendosi al severo giudizio dei giudici.