La vera tradizione sanvitese del cous cous, tramandata da generazioni sul territorio. Ve la racconteranno gli chef locali durante due momenti dedicati alle ricette che provengono dalla storia antica della gastronomia trapanese. Domenica 18 settembre Peppe Abate, chef del ristorante La Cambusa a San Vito Lo Capo, proporrà in degustazione  Chiappara e capuni: un tortino di cous cous con filetti di lampuga al pesto agrumato di capperi e basilico, melanzane e pomodorino caramellato. Interverrà anche Giuseppe Alongi, patron dell’omonimo ristorante. L’appuntamento è a cura del Distretto Vini e Sapori di Sicilia. Domenica 25 settembre si potrà assaggiare la vera ricetta tradizionale di cous cous di pesce, realizzata con la semola incocciata a mano. A cucinarla tre dei più rappresentativi chef sanvitesi: Rocco Pace, al timone del ristorante Crik & Crok e vincitore lo scorso anno del Campionato mondiale di cous cous,  Ignazio Galante, chef della trattoria U’Sfizziusu, sul lungomare di San Vito Lo Capo e Giovanni Torrente, chef all’hotel Trinacria. Ospite di numerosi eventi e trasmissioni come la Prova del Cuoco, La Vita In Diretta e Uno Mattina, è stato capitano della squadra del Cous Cous Fest per cinque edizioni. Domani, domenica 18 settembre, sul palco anche Fabrizio Nonis, gastronomo e giornalista, che presenterà una ricetta di arcobaleno di cous cous con suprema di pollo e oro rosso.  Il programma di domani si chiude alle ore 21:30 in piazza Santuario con il cabaret dei Soldi Spicci, il duo comico formato da Claudio Casisa e Annandrea Vitrano lanciato da Colorado, su Italia 1. Lo spettacolo è gratuito.