Encomio solenne al conduttore Federico Quaranta. Record di ascolti per la trasmissione in cui racconta San Vito e il Cous Cous Fest

Il Comune di San Vito Lo Capo ha conferito a Federico Quaranta, conduttore e autore radiofonico e televisivo italiano un encomio solenne per “avere saputo ideare, condurre e raccontare con grande passione, competenza e amore gli aspetti naturalistici e storico culturali inediti del territorio sanvitese” attraverso la trasmissione di Rai2 “Il Provinciale”. E’ andata in onda lo scorso sabato, infatti, una puntata alle bellezze del comprensorio sanvitese dal titolo “La Penisola del tesoro: mediterraneo, pirati e cous cous” che ha registrato il record di ascolti nella fascia di day time della rete e uno share del 5,2%.

“La trasmissione è stata accuratamente ideata e scritta dallo stesso Federico Quaranta – si legge nella delibera di giunta – in collaborazione con il regista Sergio Spanu, il co-autore Domenico Nucera, la naturalista Mia Canestrini e con il supporto dell’intera troupe. La sua ars maieutica e l’empatica interazione con la popolazione sanvitese gli ha consentito di raccogliere intime testimonianze che hanno reso la narrazione ancora più autentica  e originale”.

Federico Quaranta ha raccontato, infatti, San Vito Lo Capo da un punto di vista inedito, mettendosi sulle tracce dei pirati saraceni, antico terrore delle coste siciliane e tracciando un itinerario che è partito dalle alture rocciose di Passo del Lupo, nel cuore della Riserva naturale dello Zingaro e, dopo una tappa a Borgo Cusenza, ha toccato la costa per scoprire le meraviglie del Lago di Venere, uno specchio di mare delimitato da una barriera di scogli, per poi proseguire verso la spiaggia di Macari, la Tonnara di Monte Cofano situata all’interno dell’omonima riserva e le torri di avvistamento che proteggevano il territorio dalle incursioni barbaresche.

“E’ a nome dell’intera comunità sanvitese che rappresento – ha commentato il sindaco di San Vito Lo Capo, Giuseppe Peraino – che voglio ringraziare Federico Quaranta, già nostro concittadino onorario, per l’eccellente lavoro svolto nel racconto del territorio sanvitese, fatto attraverso una  narrazione autentica e originale, inusuale nel panorama televisivo italiano. Gli  eccellenti risultati di ascolto e il consenso entusiasta manifestato anche sui canali social da parte del pubblico nazionale assicureranno indiscusse ricadute positive sul tessuto economico e turistico dell’intera comunità di San Vito lo Capo, Macari e Castelluzzo, in linea con la politica di sviluppo economico e turistico sostenibile, intrapresa dall’amministrazione comunale”.

La puntata de “Il Provinciale” non ha tralasciato di raccontare quello che è il piatto simbolo del territorio, il cous cous, la cui tradizione è approdata dal mare per poi fondersi con la cultura locale e la manifestazione che ogni anno lo celebra, il Cous Cous Fest, il festival internazionale dell’integrazione culturale che raduna a San Vito Lo Capo artisti, chef  e giornalisti provenienti da tutto il mondo per lanciare un messaggio di pace e integrazione tra culture. Il picco degli ascolti della puntata è stato raggiunto proprio nel momento in cui Quaranta incontra il professore Enzo Battaglia, esperto di cultura e tradizioni, e legge una poesia tratta da uno dei suoi libri che è un omaggio alla natura e alla sua bellezza.

“La visione di Federico Quaranta è proprio quella che ispira le strategie di promozione turistica di San Vito Lo Capo – ha detto l’assessore al turismo di San Vito Lo Capo, Nino Ciulla –  che ha l’obiettivo di andare oltre il segmento turistico classico, quello legato al mare e al turismo balneare, puntando ad un turismo outdoor e sostenibile che sia focus di attrazione turistica da marzo a maggio, e da ottobre a dicembre”.

La consegna dell’onorificenza verrà trasmessa attraverso i canali social del Comune di San Vito Lo Capo.

La 23ª edizione confermata dal 18 al 27 settembre

Un evento all’insegna della sicurezza

Il Cous Cous Fest 2020 si farà.
La 23ª edizione del festival internazionale dell’integrazione culturale si svolgerà nelle date già programmate, dal 18 al 27 settembre a San Vito Lo Capo. Il via libera alla realizzazione della manifestazione è emerso nella riunione del Comitato provinciale dell’ordine e della sicurezza pubblica, presieduto dal Prefetto di Trapani, Tommaso Ricciardi alla presenza dei vertici delle Questura di Trapani, delle forze dell’ordine, della sanità pubblica regionali e provinciali e dei rappresentanti degli assessorati regionali alla sanità, al turismo e agricoltura e foreste della Regione Siciliana. Il Comitato ha analizzato le modalità organizzative e le linee guida – illustrate dal sindaco di San Vito lo Capo, Giuseppe Peraino e dalla società Feedback, producer dell’evento – che la manifestazione adotterà per rispettare e garantire uno svolgimento in totale sicurezza e nel rispetto delle normative anti-Covid.

“L’evento si farà con gli accorgimenti sanitari e di ordine pubblico imposti dalla normativa vigente – ha detto il sindaco di San Vito Lo Capo, Giuseppe Peraino – ringrazio la sensibilità e la disponibilità mostrate dal Prefetto Ricciardi e da tutto il Comitato nel dare il via libera allo svolgimento di quello che rappresenta un momento sociale, culturale ed economico estremamente importante non soltanto per il nostro Comune, ma anche per la provincia e per l’intera regione, oltre che un segnale di ottimismo e positività dopo questo lungo periodo dominato da difficoltà e incertezze”.

Avanti tutta, quindi, nella macchina organizzativa coordinata da Feedback che progetterà e realizzerà l’evento di sempre ma nel totale rispetto delle normative vigenti.